myfamily

12 giugno 2013

Ricordo il tuo primo giorno di scuola, una piccola bimba vivace un pò ribelle e intollerante alle regole. L’impatto con la scuola non è stato dei migliori. I compiti a casa una tortura, le verifiche -cosa sono???-…leggere non se ne parlava e la tua irruenza prevaleva su tutto specie con le maestre che non hanno gradito le tue performance. Ma negli anni siamo migliorate e tu, ti sei conquistata a fatica la fiducia e persino la simpatia delle tue insegnanti, che hanno imparato col tempo ad apprezzarti e ha valorizzare i tuoi lati buoni. Ora sai leggere e scrivere ma soprattutto hai capito che la scuola è un dovere ma può essere anche un piacere. Perchè la conoscenza si conquista con qualche sacrificio ma la soddisfazione poi è tanta.

Oggi hai chiuso un capitolo della tua vita, hai finito la quinta elementare. Ora non sei più quella piccola bimba ma una giovane adolescente e a volte mi emoziona vedere la piccola donna che sta crescendo in te.

l’abbiamo perso

Di fatti di rilevanza importante nella vita di un bimbo, sicuramente c’è la perdita dei ciuccio. Di solito è premeditato e studiato l’evento da tutta la famiglia, in modo da essere preparati al fatidico momento. Ma nel ns. caso, anche se in qualche modo immaginato, non era assolutamente premeditato. Ci è capitato così per caso, durante un momento di svago e di distrazione che il ciuccio è andato perso.

Potete comprendere la frustrazione, diciamo disperazione misto momenti deliranti e di isterismo totale di Nicolò. Insomma sono stati giorni difficili e notti in bianco…

ma il 7 APRILE 2013, Nicolò ha perso definitivamente il ciuccio!! 

compleanno e meringhe

IMG_1050.JPG

Volevo qualcosa di sfizioso per la merenda con le amiche in occasione del compleanno di Asia e volevo anche riempire questa meravigliosa ampolla. le meringhe mi sembravano perfette e così ho provato…direi che il risultato è stato gratificante.

Ho utilizzato:

3 albumi d’uovo – zucchero: il doppio della quantità d’uovo – una punta di colorante alimentare ovviamente rosa.

cottura: 100gradi per 1 ora abbondante e poi 80 per altra mezz’ora. Ho spento il forno senza aprire lo sportello ho lascito raffreddare il tutto dentro.

Alcune si sono leggermente crepate ma avevano un effetto ancora più bello!.

 

Non sono creativa e nemmeno una brava cuoca, ma quando si parla di figli ho scoperto dei lati inaspettati di me. Preparo meringhe che mai avrei immaginato e emetto urla che Tarzan si poteva sognare.

AUGURI Asia con tutto l’amore viscerale che mai avrei immaginato di provare.

 

IMG_1065.JPGIMG_1067.JPGQualche

allestimento

della

tavola

 

 

IMG_1072.JPGIMG_1074.JPGIMG_1049.JPG

domenica speciale e tanti auguri a me

Abbiamo cominciato male il rientro dalle vacanze e continuiamo peggio. Perchè di solito uno al compleanno vorrebbe una giornata speciale e io di speciale ho avuto la corsa al pronto soccorso. Così, per non sentire la mancanza, in fondo era solo da dicembre scorso che io ed Enrico non ci mettavamo più piede. Considerato che nessuno dei due  ha ancora 40 anni, abbiamo una frequenza piuttosto assidua. Comunque a parte il fatto che avrei voluto scrivere qualche bella sensazione, magari infiocchettata da qualche bella immagine, scelta appositamente per l’occasione. Posso dire che l’unica sensazione vagamente positiva è stato il grande sollievo provato quando mi sono sentita dire “adesso può vedere suo marito per qualche istante….”.

Per oggi ho detto tutto.

un’ora tipo..

“MAAMMAAA”

“che c’èèèèè?”

“dov’è la ciotola con l’uva dentro!?!?”

“eh che ne so io, dove l’hai lasciata!??”

“sul tavolino basso”

“allora mi sa che l’ha presa Nicolò, ho visto uva sparsa per casa!”

“NOOOOOOOOO, C’ERA IL MIO DENTE. IL DENTE CHE HO PERSO OGGI!!”

…..

Se interessa il dente è stato ritrovato, dopo un’ispezione accurata di tutto il pavimento di casa.

Che poi mi sa che l’unico interesse di Asia per il dente, sia il topino che passa la notte.

Ho la sensazione che sarà un altro anno luuungo, estenuante e faticoso e io non mi sento per niente pronta.

 

7 GIUGNO 2012

 

due anni,nicolò

 

Due anni fa a quest’ora ci avevano da poco separati. E io ancora soffro il distacco….mentre tu felicemente esplori il mondo. Giri trotterellando qua e là, dicendo graaachiè, scì, fai qualche capriccio e prendi ti butti per terra. Ignorando allegramente che oggi è il tuo compleanno.

Inutile dire che mi hai conquistato, io sono la mamma e non faccio testo, così come non fanno testo tua sorella, i nonni, le nonne bis, le zie, i cugini, e tutta la parentela fino al III grado.

Riesci a calamitare l’attenzione altrui con una spontaneità e semplicità sorprendente…bè sei un bimbo di due anni ed è normale attirare gli sguardi del prossimo. Ma tu seduci proprio e stendi, come solo tu sai fare….e a me non rimane che guardare imbambolata.

La tua mamma.

IMG_0774.JPG

 

la prima comunione

 

 

IMG_0765.JPG

IMG_0766.JPGLa festa è passata, e a me rimane qualche fermo immagine per ricordare questo giorno.

IMG_0767.JPG

La protagonista è stata

IMG_0803.JPG

lei…

IMG_0802.JPG

IMG_0779.JPG Le emozioni sono state tante….e io non sono brava con le parole. Specialmente quando gli attimi di questo giorno  affollano la mia mente e devono ancora trovare il giusto ordine.

 

comunicazioni di servizio

Domenica 3 GIUGNO ci sarà la comunione di Asia e io che mi agito per niente, ho già l’ansia.

Nicolò, invece ha deciso di punto in bianco che mangiare di giorno è superfluo e dormire la notte pure.

Quindi ci ritroviamo, tipo alle 4 del mattino con Nicolò che gira allegramente per casa con le scarpe da ginnastica, accende e spegne luci, entra ed esce dalle stanze saltellando e canticchiando esattamente come se fossero le 10 del mattino.