sfizi

FURLA

 

 

 

FURLA CANDY dubai mall green leather

Voglia di colore…tanto colore!.

Le BAGS che io adoro da sempre. Un’azienda tutta italiana.

La classe non è acqua.

Uno stile che mi affascina e non mi stanca Unico problema, impossibile scegliere.

Sono uno più bella dell’altra ………………

 

 

annick goutal vs laura mercier

La mia ricerca della fragranza perfetta, almeno per me, alla mandorla continua. Così, nell’ultima passeggiata olfattiva, ho scoperto:

VANILLE EXQUISE

un’avvolgente nota dolce mandorlata che lascia un sapore lattiginoso sulla pelle. Piacevolissima sensazione che però, mi sa mi sa svanisce in fretta, come tutte le cose belle.

Passiamo invece, ad un’altra graditissima scoperta:

ALMOND COCONUT

Soprattutto per il prezzo che mi pare si aggiri intorno ai 56 euro. La mandorla naturalmente è la prima nota che risalta per poi lasciare spazio al goloso e fresco cocco. Un giusto equilibrio che rendono la fragranza davvero appetibile.

KURE bazaar

Sembra un’alternativa valida e quasi del tutto ecologica per le nostre unghie.

dalle foto che ho visto su instagram, mi pare che questi smalti abbiano un bel finish. La reperibilità forse non è facilissima. Credo sia un brand trattato dall’olfattorio. Ma non so, se in tutti i punti vendita.

Le colorazioni sono varie e accattivanti. Io però, che sono abituata al semipermanente, temo la tenuta. Non mi resta che verificare di persona.

sanoflore

Mi trovavo in farmacia e non so se capita solo a me, ma quando entro in una farmacia già mi sento meglio.

Un ambiente confortevole, profumato di pulito e igiene. Anche se credo sia solo un’impressione, visto che chi entra magari tanto sano non è. Comunque a me piace entrare in farmacia e naturalmente mi lascio attirare da tutti gli espositori e promozioni del caso.

Questa volta, la mia attenzione è caduta su questo brand.

Il packagin mi sembra delizioso.

Questi fiori delicati sparsi qua e la.

La linea è completa e particolarmente attenta agli ingredienti. L’azienda è certificata eurocert.

Non mi resta che provare.

bath & body works

Non sono in splendida forma (sai che novità), ma dire che mi sento una schifezza è una visione ottimistica. Perchè quando te ne capitano, capitano tutte insieme. Chiamiamole sfighe, per stare sul generico e non scendere nel dettaglio, che non mi sembra il caso.

Quindi come al solito mi sforzo di alleggerire la situazione, per non prendere a testate il muro. Perchè in questo momento ne avrei anche una gran voglia.

 

Quando le giornate si accorciano, quando l’aria si fa sempre più fredda e la voglia di uscire è pari a zero. Allora accendersi una candela, sotto un caldo plaid dentro il nostro nido diventa una piccola coccola.

Ovunque vedo le Y.K. ma io vorrei provare queste di BATH & BODY WORKS che naturalmente in Italia non sono commercializzate, e te pareva.

Mi sembra di vedere che quanto a fragranze sono messe bene. L’imbarazzo della scelta. Ma per non sbagliare stiamo sulla stagione che sta per arrivare.

Buon inverno a tutti.

ordine e organizzazione

 

ordine,casa,organizzazione, agenda, organizer, filofax

Si potrebbe pensare che vanno di pari passo, complementari e strettamente legate. Infatti è quasi sempre così ma non per me.

Non riesco, non è nel mio DNA o forse sono stata traumatizzata da piccola con una mamma eccessivamente ordinata che per reazione ho scatenato una forma allergica all’ordine. Non saprei.

Intendiamoci a me l’ordine piace, quando vedo cassetti perfettamente composti, armadi con capi ben suddivisi per colore tipo e taglia, ecco provo ammirazione e stima per coloro che hanno un così alto senso estetico.

Però  non mi considero propriamente una disordinata, a me piace definirmi una “diversamente ordinata”. Nel mio ordine ci capisco eccome. Ma non solo, per quanto se ne dica, sono estremamente organizzata. Difficilmente perdo qualcosa, reperisco in fretta ciò che mi occorre e difficilmente mi sfugge qualcosa (si ok, poi dimentico la figlia, perdo le scarpe del figlio……eh ma questo è un altro discorso. E’ un sovraffollamento di impegni, scadenze e ritmi pressanti che poi magari scrivo un altro post).

Dicevo nel mio caos ho degli schemi mentali contorti ma per me molto logici che mi portano a tenere tutto a portata di mano. Nel senso che se io faccio ordine……è finita!!. Mi perdo, ciò che non è sotto la mia vista viene abbandonato e dimenticato. Quindi si può immaginare il caos che regna sovrano in casa. Mucchietti di ogni tipo spuntano qua e là in attesa di una sistemazione….che forse prima o poi mi chiameranno alla trasmissione “sepolti in casa”. Adesso che siamo in quattro i mucchietti si sono moltiplicati in ogni angolo e io ritengo di avere la situazione sotto controllo. Ok, sono da terapia. Gli alcolisti non ammettono mai la loro dipendenza.

Sostengo comunque che ordine e organizzazione non sono necessariamente così complementari. Continuo a ritenermi piuttosto organizzata, insomma almeno di questo mai nessuno si è lamentato. Ho visto persone molto ordinate, decisamente disorganizzate. Come le definisco io poco pratiche. L’ordine deve essere non solo estetico ma anche logico, intuitivo e rapido.

 

CC cream COLLISTAR

Parliamo di menate, che ci fanno tanto bene all’umore anche nei giorni grigi, umidi e piovosi come oggi.

Nella fattispecie la CC cream sembra essere la maschera rigenerante per capelli ma sopratutto colorante. Ho visto un sacco di belle recensioni su youtube. Ma la mia domanda è se copre davvero i capelli bianchi. Perchè alcune youtubbers accennano a qualche capello bianco, io ne avrei qualcuno in più

Non mi resta che provare di persona e dare il mio contributo per illuminare chi come me ha una valanga di capelli bianchi.

fare le valigie

Mi piace viaggiare, come alla maggior parte delle persone. Mi piace meno fare le valigie e ancora meno disfarle, come alla maggior parte delle persone.

Devo dire che amo particolarmente le toccate e fuga, brevi soggiorni che interrompono il ritmo caotico della quotidianità e mi ricaricano le batterie. Tempo fa, non mi infastidiva preparare il bagaglio, anzi quasi mi piaceva. Provavo un senso di euforia e mi pregustavo la vacanza che sarei andata a trascorrere. Mi compravo qualcosina di nuovo proprio da mettere in valigia e da usare all’occasione giusta (bè questo continuo a farlo con gioia). Insomma c’era qualcosa di eccitante nel preparare il trolley o borsone che sia. Inoltre sono sempre stata piuttosto efficiente e pratica. Evito il superfluo senza trascurare l’accessorio glam (cappellino per il sole, pochette intonata) o l’outfit per ogni occasione. Senza eccedere ma avendo l’occorrente basic per le diverse situazioni.

 

Ma adesso, sono Q U A T T R O valigie da fare e sempre Q U A T T R O da disfare. E’ come se preparassi valigie per 4 viaggi, mentre il viaggio rimane solo e soltanto uno. Senza considerare, che quando si arriva a destinazione bisogna sistemare i bagagli per poi riprepararli dopo pochi giorni. Mi sembra di passare il tempo a mettere in valigia, togli dalla valigia, rimetti in valigia, ritogli dalla valigia. Vogliamo parlare di quando si viaggia in aereo: attenta al peso, attenta ai bagagli a mano, attenta ai liquidi traportati. Non mi passa più (sarà un caso che ultimamente evito il trasporto aereo?!?!?….NO)

Cerco di ottimizzare il più possibile. Tipo tengo a portata di mano già dei beauty pronti all’uso: quello con le spazzole, la pochette con i prodotti beauty in mini taglie, pochette make-up e borsello medicine. Magari aggiungo e tolgo secondo l’esigenza. Così anche quando rientro non devo disfare le varie pochette ma le ripongo nella cassettiera.

Sto cercando di estendere la tecnica anche per altro. Tipo attrezzatura mare, già in un borsone dedicato. Così come attrezzatura montagna e via dicendo. Come i teli mare, dopo averli lavati anziché riporli nell’armadio li ripongo nella borsa dedicata.

Piccoli espedienti che un po’ mi aiutano ma sono in cerca di altri suggerimenti per velocizzare e sollevarmi dall’inevitabile incombenza delle valigie.