svaghi

BUONA PASQUA

Poche parole, perchè la gastro-enterite ha colpito dopo Nicolò, Enrico, Asia,  adesso ha steso anche me.

Non sto a descrivere i sintomi e come mi sento che è meglio…

Auguro una serena rinascita e una felice Pasqua.

l’ete en douce

una ventata d’aria fresca, che ricorda il verde, il tiglio. Una fragranza leggera forse anche troppo.  Una creazione di  Olivia Giacobetti per l’ARTISAN. Sul web si possono trovare recensioni approfondite da persone molto  più esperte di  me.

Ci sono periodi che scrivo poco, a volte perchè ho poco da raccontare, a volte perchè non ho voglia di raccontare, perchè gli eventi della vita non sempre positivi non credo valga la pena condividerli. Quello che invece è  certo,  che alcune fragranze in qualche modo  mi aiutano, mi regalano un  pò di invisibile conforto, alcuni come l’ete en douce ha l’effetto di rasserenare la mente. Forse da qui nasce il mio debole per i profumi.

 

 

CUPCAKES

IMG_0440.JPG

La vita non sempre è dolce e delicata come un cupckes. Ogni tanto prendi delle cartelle in faccia che ti lasciano tramortita per lunghi periodi. Così, mi sforzo a fatica di trovare un pò di zucchero nelle mie giornate, a volte faticose, a volte interminabili, spesso ripetitive e prevedibili.  

TUTTI BELLI CUCITI

E’ noto a chi mi conosce che io con la manualità sono negata, una completa frana, tranne qualche rara eccezione nell’arte culinaria. Ma anche lì, non tutte le ciambelle vengono col buco, e infatti nell’ultimo esperimento non mi è venuto!!. Vabbè, cmq veniamo al dunque. Sfidando ogni legge sulla manualità, domenica sera mi sono seduta per la prima volta davanti a una macchina da cucire (prestata da mia mamma, che peraltro manco lei sa molto usare), gentilmente assistita, moolto assistita da Eli. Ho provato, ogni membro della famiglia aveva qualcosa da cucire: un grembiule, uno zaino, un leggins…una tuta ed ecco che a fine serata eravamo tutti belli cuciti!!.

Peles CASTELLO

IMG_0324.JPG

Finalmente sono andata lontano lontano, non solo con la mente ma fisicamente. La Romania un paese poco turistico, che non rispecchia le pagine patinate dei cataloghi delle agenzie di viaggio. Le case con i tetti incurvati sembrano uscite dal film “della fabbrica di cioccolato”. Il tempo sembra essersi fermato agli anni prima del regime. Adesso….c’è tanto da fare!!!.

Ma questa immagine imponente, maestosa, magnifica, dimostra quanto sono capaci di realizzare!.