Latest Posts

Istruzioni per la notte di NATALE

Nicolò è arrivato a casa dall’asilo con questo biglietto:

Ritieniti degno di essere amato. Abbi cura di te.

Affidati ad una stella.

Alza il calice brindando al mondo.

Rallegrati guardando dentro al tuo cuore.

Continua a credere a Babbo Natale ma abbi fiducia nel prossimo.

Affronta ciò che accade con speranza e fermezza.

Quando, a fine giornata, valuti il tuo comportamento sii sincero con te stesso.

Sorridi sempre, anche nelle giornate più cupe.

Ridi per una stella.

Lotta sempre, sia nel tuo intimo che verso l’esterno.

Inebria la tua anima con la compagnia degli altri.

Addobba il tuo albero di Natale e immergiti nella sua magica atmosfera.

Custodisci la stella di Betlemme negli occhi.

Stringi con emozione un regalo nella mano destra anche se è un semplice biglietto.

Conserva un’illusione nella mano sinistra.

Mantieni i piedi per terra.

Avverti l’anima di un’alba.

Sii te stesso, malgrado tutto.

Pensa a te stesso, nonostante qualcuno.

Non desiderare la felicità continuando a rimanere seduto.

Cerca di essere sereno con il cuore, la mente e le mani sempre protese verso il futuro. 

di A. Losalle (adatt.annalisa Conte)

sanoflore

Mi trovavo in farmacia e non so se capita solo a me, ma quando entro in una farmacia già mi sento meglio.

Un ambiente confortevole, profumato di pulito e igiene. Anche se credo sia solo un’impressione, visto che chi entra magari tanto sano non è. Comunque a me piace entrare in farmacia e naturalmente mi lascio attirare da tutti gli espositori e promozioni del caso.

Questa volta, la mia attenzione è caduta su questo brand.

Il packagin mi sembra delizioso.

Questi fiori delicati sparsi qua e la.

La linea è completa e particolarmente attenta agli ingredienti. L’azienda è certificata eurocert.

Non mi resta che provare.

bath & body works

Non sono in splendida forma (sai che novità), ma dire che mi sento una schifezza è una visione ottimistica. Perchè quando te ne capitano, capitano tutte insieme. Chiamiamole sfighe, per stare sul generico e non scendere nel dettaglio, che non mi sembra il caso.

Quindi come al solito mi sforzo di alleggerire la situazione, per non prendere a testate il muro. Perchè in questo momento ne avrei anche una gran voglia.

 

Quando le giornate si accorciano, quando l’aria si fa sempre più fredda e la voglia di uscire è pari a zero. Allora accendersi una candela, sotto un caldo plaid dentro il nostro nido diventa una piccola coccola.

Ovunque vedo le Y.K. ma io vorrei provare queste di BATH & BODY WORKS che naturalmente in Italia non sono commercializzate, e te pareva.

Mi sembra di vedere che quanto a fragranze sono messe bene. L’imbarazzo della scelta. Ma per non sbagliare stiamo sulla stagione che sta per arrivare.

Buon inverno a tutti.

Ricominciamo

a spalare vomito. Sappiatelo!. Nei libri non lo scrivono, ma nelle mansioni di una mamma troviamo: nutrire, cambiare pannoli e pulire vomiti di varia natura. Si legge spesso dei rigurgiti, ma poi si passa ad altro di molto più consistente e rivoltante.

Ieri sera Nicolò è stato male e mi è andata anche bene, perchè a) è riuscito ad arrivare il bagno e b) io ero raffreddatissima così non ho sentito strani odori che avrebbero potuto scatenare indesiderati reazioni a catena.

Pertanto dichiaro ufficialmente aperta la stagione, da qui a primavera.

 

 

 

ordine e organizzazione

 

ordine,casa,organizzazione, agenda, organizer, filofax

Si potrebbe pensare che vanno di pari passo, complementari e strettamente legate. Infatti è quasi sempre così ma non per me.

Non riesco, non è nel mio DNA o forse sono stata traumatizzata da piccola con una mamma eccessivamente ordinata che per reazione ho scatenato una forma allergica all’ordine. Non saprei.

Intendiamoci a me l’ordine piace, quando vedo cassetti perfettamente composti, armadi con capi ben suddivisi per colore tipo e taglia, ecco provo ammirazione e stima per coloro che hanno un così alto senso estetico.

Però  non mi considero propriamente una disordinata, a me piace definirmi una “diversamente ordinata”. Nel mio ordine ci capisco eccome. Ma non solo, per quanto se ne dica, sono estremamente organizzata. Difficilmente perdo qualcosa, reperisco in fretta ciò che mi occorre e difficilmente mi sfugge qualcosa (si ok, poi dimentico la figlia, perdo le scarpe del figlio……eh ma questo è un altro discorso. E’ un sovraffollamento di impegni, scadenze e ritmi pressanti che poi magari scrivo un altro post).

Dicevo nel mio caos ho degli schemi mentali contorti ma per me molto logici che mi portano a tenere tutto a portata di mano. Nel senso che se io faccio ordine……è finita!!. Mi perdo, ciò che non è sotto la mia vista viene abbandonato e dimenticato. Quindi si può immaginare il caos che regna sovrano in casa. Mucchietti di ogni tipo spuntano qua e là in attesa di una sistemazione….che forse prima o poi mi chiameranno alla trasmissione “sepolti in casa”. Adesso che siamo in quattro i mucchietti si sono moltiplicati in ogni angolo e io ritengo di avere la situazione sotto controllo. Ok, sono da terapia. Gli alcolisti non ammettono mai la loro dipendenza.

Sostengo comunque che ordine e organizzazione non sono necessariamente così complementari. Continuo a ritenermi piuttosto organizzata, insomma almeno di questo mai nessuno si è lamentato. Ho visto persone molto ordinate, decisamente disorganizzate. Come le definisco io poco pratiche. L’ordine deve essere non solo estetico ma anche logico, intuitivo e rapido.

 

CC cream COLLISTAR

Parliamo di menate, che ci fanno tanto bene all’umore anche nei giorni grigi, umidi e piovosi come oggi.

Nella fattispecie la CC cream sembra essere la maschera rigenerante per capelli ma sopratutto colorante. Ho visto un sacco di belle recensioni su youtube. Ma la mia domanda è se copre davvero i capelli bianchi. Perchè alcune youtubbers accennano a qualche capello bianco, io ne avrei qualcuno in più

Non mi resta che provare di persona e dare il mio contributo per illuminare chi come me ha una valanga di capelli bianchi.

comunicazione di servizio

 diin dlon

 

Sembrerebbe che da qui a non si sa bene quando e sopratutto come, dovrò sloggiare per approdare su wordpress.

 

Spero il passaggio sia indolore e anche sa ai più non fregherà niente, sono passati altri due anni da questo post

 

http://spaziomamma.myblog.it/archive/2011/11/15/3-anni.html

rimane per me un qualcosa di bello, dove tornare di tanto in tanto e non vorrei perdere nulla.

Soddisfatta di aver portato avanti questo minuscolo forse senza senso progetto.